mercoledì 27 giugno 2012

RIASSUNTO e VIDEO - Puntata 677 di mercoledì 27/6/2012 "Chi trova una famiglia, chi l'ha persa per sempre"



Puntata 677 - Riassunto a cura di Vivi

Elsa non crede alle sue orecchie: Konrad sta negando alla polizia la presenza di Theo in casa. Nonostante il disappunto, Elsa sta al gioco finché i poliziotti non vanno via. Non appena chiusa la porta, però, gli dice chiaramente che così facendo si stanno mettendo nei guai...se scopriranno che hanno mentito alla polizia, non vedranno mai più il bambino...Theo nel frattempo, è dietro la porta che ascolta.
Simon e Luisa parlano del loro matrimonio e sulle note di "All you need is love", fantasticano sul fuggire via e sposarsi altrove, pur di non dover pensare a pranzo di nozze e cigni gialli!! Così decidono di parlare ai loro parenti e dir loro che vogliono sposarsi da soli.
Dopo aver ripreso la calma, Elsa chiama la direttrice dell'istituto e la informa che Theo è lì da loro...ma mente, dicendo che è arrivato dopo la visita della polizia; la direttrice concorda con loro sul fatto che il bambino rimanga lì quella notte.

Continua a leggere il riassunto dopo il salto...


La mattina dopo, Annabelle si risveglia in una camera d'albergo...accanto ad un uomo...lo stesso che il giorno prima si era offerto di pagarle il conto da Lanzino. Annabelle non ci pensa due volte a mandarlo via, poi mentre si accinge a fare colazione, legge sul giornale una notizia che la riguarda: "Annabelle Van Weinbrand in rovinosa caduta" con la foto dell'imprenditrice visibilmente in preda ai fumi dell'alcol!
Tutti a Falkental leggono il giornale, da casa Becker a villa Van Weiden...quasi tutti se la ridono, soprattutto Lissy e Nora se la prende parecchio.


Theo è felice di far colazione con Elsa e Konrad, ma lo è un po' meno quando arriva Grabovsky e in un momento di confusione si tradisce e fa capire all'assistente sociale che fosse già da loro prima dell'arrivo della polizia. Grabovsky è su tutte le furie e rimane convinto nella sua idea: Elsa e Konrad non sono pronti ad essere genitori! Così porta via con sè Theo per fare due chiacchiere.
Simon cerca di parlare con sua madre del suo matrimonio, ma proprio non riesce a contenere il suo entusiasmo: Marianne propone una composizione con due colombi da mettere sul tavolo o sulla porta! Luisa, invece, sentendo quanto Nora sia felice per loro, si rende conto che vuole condividere quel giorno così importante con chi vuole bene.
Theo non ne vuole proprio sapere di andare al nuovo istituto e dice a Grabovsky la cosa più dolce che potesse dire "Ho sempre desiderato che i miei genitori venissero a prendermi, ma se venissero adesso non vorrei andare con loro, perché io adesso ho Elsa e Konrad"...a quel punto Grabovsky dice che, nonostante la ragione dica un'altra cosa, vuole dar retta al suo cuore e che per quanto lo riguarda, appoggerà la richiesta di affidamento. Elsa, Konrad e Theo si stringono in un abbraccio strappalacrime.
Anche in azienda tutti hanno letto l'articolo su Annabelle, ma lei ovviamente non si fa intimorire e arriva con la sua solita aria di superiorità, salvo poi nascondersi nel suo ufficio a bere qualcosa. Poco dopo, le fa visita il prete che poco tempo prima aveva accolto la sua confessione. Annabelle spiega al prete che la sua guarigione potrebbe essere stato un segno per dirle di non confessare i suoi reati, ma lui la invita a riflettere: forse Dio le stava indicando una strada diversa! Solo la confessione potrà liberarla dai sensi di colpa, ma Annabelle in lacrime dice che ormai è sola, che non ha una famiglia e che non vale la pena intraprendere questo cammino...tanto rimarrà sempre sola e nessuno la perdonerà mai! Poi, si mette a guardare l'album di famiglia e ripensa ai suoi misfatti...a cominciare dall'omicidio di Werner, dagli errori commessi con Daniel e Patrizia, per finire con l'avvelenamento di Vicktoria, la commissione della morte di Helena e il furto della formula della beckerite...alla fine delle foto, l'ecografia del bambino di Nora. Annabelle chiama Daniel ma lui le chiude il telefono.
Lissy si scusa con Nora per aver parlato a quel modo di Annabelle a colazione ma la sorella sembra averla già perdonata...ha solo paura che tutti pensino che lei sia uguale a sua madre. Ad interromperle, è la telefonata di Annabelle ma anche l'altra figlia le chiude la porta in faccia, dicendole che ormai è troppo tardi. In preda alla disperazione, Annabelle prende delle pillole dall'armadietto del bagno con intenzioni fin troppo ovvie.
Fine by Vivi



Nessun commento: